PRENOTA UN
APPUNTAMENTO
INVIA UN
MESSAGGIO
News

Criptotruffe: come riconoscerle e come difendersi dagli attacchi informatici relativi alle valute digitali

Cresce il fenomeno delle criptovalute e con esso i reati legati alle criptotruffe: difendersi e prevenire i rischi è possibile. Scopriamo insieme come.

 
News

Criptotruffe: come riconoscerle e come difendersi dagli attacchi informatici relativi alle valute digitali

Cresce il fenomeno delle criptovalute e con esso i reati legati alle criptotruffe: difendersi e prevenire i rischi è possibile. Scopriamo insieme come.

Il rapido diffondersi delle criptovalute e delle blockchain unito al vuoto legislativo che, soprattutto nella legislazione europea, impedisce di normare questi moderni strumenti finanziari, ha portato a un notevole incremento di truffe e frodi per gli investitori.

Le criptovalute sono “monete” che non esistono in forma fisica ma vengono create e scambiate unicamente attraverso la via telematica. Non essendo emesse da istituti finanziari o bancari non hanno alcun tipo di normativa o tutela a regolarne i confini e a proteggere gli investitori dalle perdite e dalle truffe.

Le principali criptotruffe

Il fatto che non vi siano enti governativi o tali valute non siano sottoposte a controllo statale rende le criptovalute un metodo di investimento molto rischioso, che richiede una particolare attenzione per evitare di cadere in tranello.

Uno dei modi più utilizzati dagli hacker e dai truffatori digitali è la creazione di false piattaforme per scambiare le criptovalute. Si tratta di veri e propri siti fake, che differiscono di pochissimo rispetto agli originali e possono facilmente indurre in errore gli utenti.

Attraverso questi siti possono essere condotte tradizionali operazioni di phishing (furto di password e accesso ad account personali) o raggiri mediante l’investimento di piccole somme di denaro.

Può anche accadere che vengano create delle monete pubblicizzate attraverso canali social, tramite mail o app di messaggistica dietro le quali si nascondono però truffe e pacchetti privi di valore.

Metodi molto comuni passano anche dalla creazione di false app di scambio di criptovalute che poi si rivelano giochi di scatole cinesi.

Le truffe su questi mercati sono diventate sempre più sofisticate negli anni tanto da usare anche celebrità come testimonial per invogliare gli investitori a comprare. Ovviamente si tratta di un meccanismo subdolo che fa leva sulla visibilità del personaggio, spesso ignaro di tutto, e sulla fiducia che gli investitori potrebbero accordare a fronte di offerte simili.

Le criptovalute possono essere anche richieste come riscatto dagli hacker dietro mail che evocano la minaccia di rivelare l’accesso a siti di pornografia o di divulgare presunti video o registrazioni degli utenti. Un meccanismo che è ben conosciuto da molti anni e veniva già utilizzato prima dell’avvento delle criptovalute.

Criptotruffe: come riconoscerle?

Di fronte a nuovi strumenti caratterizzati da una così elevata aleatorietà il sospetto e l’attenzione sono i primi accorgimenti da adottare per evitare conseguenze.

È buona norma diffidare di fronte a promesse di facili guadagni perché possono quasi sicuramente nascondere degli inganni.

Anche l’assenza di un whitepaper, cioè di un documento che spieghi con trasparenza come è stata creata la criptovaluta, come funziona e chi vi è dietro, dovrebbe indurre il sospetto che possa trattarsi di una truffa. Lo stesso dicasi per un marketing aggressivo o per pubblicità eccessivamente positive.

A titolo esemplificativo ma non esaustivo si elencano alcuni consigli utili per evitare di cadere in queste truffe:

1- Promesse di guadagni garantiti: non esiste un investimento finanziario in grado di garantire ritorni futuri. Un investimento può sempre andare bene o male.

2- Siti Web approssimativi: i truffatori spesso creano siti web con errori ortografici, grafica scadente o domini poco affidabili.

3- Richieste di pagamenti anticipati: se ci chiede di pagare una quota di iscrizione, una tassa di attivazione o una commissione per accedere a un servizio o a una piattaforma di criptovalute, probabilmente siamo di fronte ad una truffa.

4- Mancanza di trasparenza: diffidare se non si trovano informazioni chiare e verificabili sul team, sulla sede legale, sulle fonti di finanziamento o sul codice sorgente della criptovaluta.

5- Pressioni psicologiche: i truffatori spesso usano tecniche di persuasione come la scarsità, l’urgenza o il social proof per spingere gli investitori a prendere una decisione affrettata e irrazionale.

6- Offerte troppo allettanti: se offrono bonus, sconti, omaggi o altre opportunità che sembrano troppo belle per essere vere, probabilmente si tratta di un truffa.

7- Richieste di dati personali: se si chiede di fornire informazioni sensibili come il codice fiscale, il numero di carta di credito o le credenziali di accesso a un portafoglio digitale, consigliamo di essere prudente.

8- Comunicazioni non richieste: se si ricevono email, messaggi o telefonate da persone sconosciute che propongono investimenti in criptovalute, meglio ignorarle.

9- Falsi endorsement: i truffatori spesso usano testimonianze fasulle di personaggi famosi, esperti influencer per dare credibilità alle loro offerte.

10- Falsi exchange o wallet: i truffatori spesso creano piattaforme false per scambiare o conservare criptovalute, che poi rubano o svuotano dei fondi degli utenti.
 

Come difendersi dalle Criptotruffe: il ruolo delle Agenzie investigative.

Se si ha il sospetto di essere vittima di una criptotruffa, rivolgersi per tempo ad un’agenzia investigativa può aiutare a prevenirle o contrastarle, verificando per esempio la reputazione e l’affidabilità di una piattaforma o di un progetto che offre criptovalute o servizi correlati, o raccogliendo prove e testimonianze in caso di sospetta truffa o frode.
Contattare un’agenzia investigativa specializzata in criptovalute permetterà inoltre di valutare tutte le possibili di azioni legali contro il truffatore o la banca beneficiaria dei fondi.

Lo spazio all’interno del quale svolgere un’indagine investigativa si è dunque ampliato ed ha raggiunto territori all’interno dei quali bisogna sapersi muovere. Le criptovalute, la blockchain e l’Internet delle Cose sono tutti ambiti e strumenti nuovi, con cui andremo sempre più ad interagire. Dogma S.p.A., con la sua unità di intelligence,  è in grado di investigare anche all’interno di queste aree, con l’obiettivo di seguire i flussi di criptovalute attraverso i wallet e la blockchain ed assistere i clienti nel recupero dei fondi persi o rubati.

Cadere vittima di una crypto truffa è facile anche per chi si muove in questo mondo da molti anni. Attraverso la multidisciplinarietà del nostro team di lavoro e grazie all’esperienza maturata dai nostri analisti, sapremmo fornirti il supporto necessario e le indicazioni sulle attività tempestive da intraprendere.

Se sospetti di essere vittima di truffe in Internet, truffe finanziarie o truffe di criptovalute chiama il Numero Verde 800.750.751 per ricevere immediatamente un preventivo ed una consulenza riservata e gratuita, oppure, PRENOTA SUBITO UN APPUNTAMENTO con i nostri esperti.

Ti potrebbero interessare anche

  • 13/11/2023
    Rassegna Stampa

    Workshop avanzato OSINT - DOGMA Academy

    Il Corso Osint di DOGMA Academy: tre-giorni di approfondimento, formazione e pratica per acquisire e aggiornare le proprie skills nel campo dell’Open Source Intelligence.
  • Analista di intelligence
    25/10/2021
    News

    L’analista d’intelligence

    L’Analista d’intelligence è una figura professionale addetta alle attività di analisi e ricerca tramite fonti aperte e software specifici per raccogliere ed analizzare le informazioni necessarie al compimento dell’indagine affidategli.
  • meetup OSINT & Beer osintitalia
    28/06/2023
    News

    Sfida a Tema OSINT & Beer: vincono due giovani collaboratori di Dogma

    Il primo meetup OSINT & Beer organizzato da OSINTITALIA è stato vinto da giovani collaboratori di Dogma. La Open Source INTelligence è l'attività di raccolta d'informazioni mediante la consultazione di fonti di pubblico accesso ed è una delle attività di analisi in cui siamo specializzati.
  • Osint tools
    02/01/2020
    News

    Osint tools nelle investigazioni

    Scopri i Tools OSINT (Open Source INTelligence) usati nella ricerca ed acquisizione di informazioni tramite le cosiddette “fonti aperte”.

    La realtà pone domande.
    Noi cerchiamo le risposte.


    Un sito non basta a risolvere ogni dubbio e soprattutto a far fronte a tutte le necessità. Utilizza il form qui a lato o la CHAT per contattarci, prenotare un appuntamento e chiederci informazioni.

    • Colloquio preliminare GRATUITO
    • Massima RISERVATEZZA
    • Risposta RAPIDA

    Indica una data e un orario preferito per l'appuntamento:
    Confermo di aver letto l'informativa e la accetto
    Tutti i campi sono obbligatori

    Agenzia Investigativa DOGMA S.p.A.
    Agenzia Investigativa Milano
    Via Cino del Duca, 5
    20122 - Milano
    Tel. +39 02 76281415
    Fax +39 02 76391517
    Agenzia Investigativa Torino
    Corso Vittorio Emanuele II, 92
    10121 - Torino
    Tel. +39 011 5617504
    Fax +39 011 531117
    Agenzia Investigativa Roma
    Via G. Gioacchino Belli, 39
    00193 - Roma
    Tel. +39 06 89871789
    Agenzia Investigativa Londra
    Level 33, 25 Canada Square
    Canary Wharf
    London E15 5LB nb
    Agenzia Investigativa New York
    3rd and 4th Floors,
    57 West 57th Street - Manhattan
    New York 10019 USA
    Seguici su:

    numero verde 800.750.751
    da lunedì a sabato dalle 09:00 alle 20:00
    servizio gratuito da telefono fisso e mobile da Italia

    Privacy Policy
    Cookie Policy

    P.IVA 10425470019