EN
Home Page

Partner per la Conoscenza

EN
Intercettazioni ambientali

News

Intercettazioni ambientali: cosa sono e come funzionano

Come funzionano le intercettazioni ambientali, le tecnologie utilizzate e come scoprire la presenza di microspie tramite bonifica ambientale

Cosa sono le intercettazione ambientali

L’intercettazione è quell’attività volta ad acquisire informazioni in maniera occulta, all’insaputa degli interlocutori, attraverso l’uso di strumentazioni tecniche ad hoc, idonee a captare il contenuto delle conversazioni.

Le intercettazioni ambientali possono essere telefoniche, telematiche ed ambientali.

Le intercettazioni telefoniche sono effettuate attraverso microspie telefoniche che possono essere installate sulla linea telefonica in modo facile e veloce. Molte microspie di questa tipologia sono multifunzionali cioè intercettano le conversazioni telefoniche quando la cornetta è alzata, ma possono anche essere utilizzate per l’ascolto in maniera ambientale quando il telefono non è in uso.

Per quanto invece riguarda le intercettazioni telematiche sono svolte attraverso l’utilizzo di software spia o hardware occultati che consentono di trasmettere all’esterno tutto ciò che viene digitato o visualizzato sul computer. In questo caso, oltre alla bonifica elettronica, finalizzata ad individuare l’esistenza dei predetti software attraverso l’analisi forense del computer, è comunque importante effettuare un’ispezione fisica in quanto le microspie potrebbero essere state installate anche all’interno delle tastiere o dei mouse.

Come funzionano le intercettazioni ambientali?

In particolare, questa tipologia di intercettazioni viene svolta mediante l’impiego delle cosiddette “microspie ambientali” o “cimici”.
Le microspie più diffuse sono le GSM e le UMTS poiché hanno un raggio di azione illimitato. Molto diffuse sono anche le microtelecamere, che consentono di registrare ciò che succede nell’ambiente posto sotto intercettazione. Spesso le intercettazioni ambientali vengono svolte anche attraverso gli smartphone, i cosiddetti “cellulari spia”, ovvero quelli che permettono di ascoltare tutto ciò che succede nelle immediate vicinanze del telefono grazie ad appositi software, come trojan e malware. 

Le microspie attualmente utilizzate sono di piccole dimensioni e, pertanto, facilmente occultabili. Possono infatti essere nascoste all’interno delle prese elettriche o di vari oggetti come lampade, vasi, gioielli, mouse, segnalatori di fumo o, ancora, sopra gli armadi e all’interno cassetti o giocattoli per bambini e sono, pertanto, difficilmente individuabili.

Sono molto utili, e pertanto molto diffuse, anche le intercettazioni ambientali poste in essere all’interno dell’abitacolo delle autovetture; questo innanzitutto perché in tali ambienti è semplice occultare una microspia tra tutti i componenti meccanici della vettura ed in secondo luogo per la conformazione del luogo che, essendo così piccolo, permette un ascolto più chiaro.

Le intercettazioni ambientali sono poste in essere in luoghi di privata dimora, luoghi pubblici o aperti al pubblico, è importante però sottolineare che le intercettazioni rappresentano un’intrusione nella sfera privata della persona e per tale ragione sono sottoposte a stringenti limiti di legge al fine di bilanciare l’interesse pubblico al perseguimento dei reati con le libertà costituzionalmente garantite. Le intercettazioni sono pertanto legittime solo qualora disposte dalla magistratura e per tipologie di reati tassativamente elencati dall’art. 266 c.p.p. 

È dunque importante chiarire che qualsiasi intercettazione posta in essere dai privati e, più in generale, fuori dai casi espressamente consentiti dalla legge, è assolutamente illegale e tale condotta integra il reato di interferenze illecite nella vita privata ex art. 615 bis c.p.

Puoi approfondire il tema sulle diverse tpologie di microspie ambientali nell'articolo dedicato.

Come scoprire le intercettazioni ambientali e come difendersi

Nel caso in cui abbiate il sospetto di essere sottoposti ad intercettazione, se volete tutelare la riservatezza di informazioni sensibili e dei vostri segreti aziendali, o temete di essere vittime di concorrenza sleale o spionaggio industriale, se temete che la vostra privacy venga lesa, rivolgetevi all’Agenzia Investigativa Dogma – Investigazioni Private e Sicurezza.

Dogma SpA, la prima società in Italia che certifica l’intervento di bonifica ambientale da microspie, è proprietaria del marchio T.I.S.P. System® (TREATHS IDENTIFICATION and SECURITY PLAN) che nasce da un’esperienza ventennale nel settore della sicurezza e, in particolare, della rilevazione delle cosiddette “cimici”.

Il T.I.S.P. System® è un metodo innovativo, validato e certificato, che consente di conoscere le minacce e le criticità di sicurezza presenti nei luoghi oggetto di bonifica. DOGMA si avvale di strumenti all’avanguardia, delle tecnologie più innovative sul mercato internazionale e di personale esperto, in costante formazione, al fine di tutelare al meglio i propri clienti. Il personale e le attrezzature utilizzate fanno parte e sono di proprietà della Dogma S.p.A., nessuna attività viene svolta da soggetti terzi.

L’obiettivo delle nostre bonifiche ambientali è quello di fronteggiare eventi che possano danneggiare le risorse materiali, immateriali, organizzative e umane di cui l’azienda dispone o di cui necessita per garantirsi un’adeguata capacità concorrenziale. Le nostre bonifiche ambientali sono finalizzate ad eseguire indagini tecniche per accertare la sussistenza di atti lesivi della privacy, del segreto industriale e commerciale, così come tutelati dalla normativa vigente. 

Le bonifiche possono essere effettuate periodicamente, come misura preventiva, ma anche successivamente al ritrovamento di una microspia o al sospetto di essere oggetto di intercettazione o spionaggio.

Ma come viene svolta una bonifica ambientale?

1. Innanzitutto si effettua un’ispezione dei locali attraverso l’analisi dello spettro radio al fine di individuare eventuali dispositivi d’intercettazione, sia audio che video, sia analogici che digitali.

2. Al fine di attivare eventuali sistemi di trasmissione con sistema di attivazione vocale – VAS, tale ispezione viene svolta anche attraverso l’analisi dello spettro con sollecitazioni sonore.

3. Successivamente viene svolto un esame elettronico dei locali, degli arredi e di tutti gli altri luoghi in cui potrebbero essere state occultati i dispositivi di interesse, allo scopo di individuare, attraverso un rilevatore di giunzioni non lineari, eventuali dispositivi elettronici di qualsiasi natura, anche se spenti o non funzionanti.

Attraverso queste attività siamo in grado di individuare i più recenti e complessi sistemi di intercettazione audio/video/dati, in modo del tutto invisibile, senza che eventuali persone in ascolto possano venire a conoscenza dell’attività di bonifica in corso.

4. Viene poi compiuta un’analisi dei cablaggi elettrici ed elettronici presenti nei locali esaminati. Infine, per incrementare il valore aggiunto dell’attività di bonifica, vengono eseguite ispezioni visive e manuali per individuare eventuali dispositivi di captazione che possono essere attivati a distanza e non rilevabili. 

L’analisi degli ambienti viene svolta anche attraverso l’utilizzo di una termo camera (la cosiddetta telecamera termografica), telecamera sensibile alla radiazione infrarossa, che consente di ottenere delle mappe di temperatura delle superfici esposte.

Le intercettazioni vengono svolte solitamente attraverso l’installazione di più microspie occultate in diversi luoghi, spesso nelle aree aziendali più significative e strategiche e, pertanto, è importante che le bonifiche ambientali vengano svolte con accuratezza e precisione, attraverso un metodo validato e certificato.

Laddove richiesti dal cliente, al termine della bonifica ambientale, vengono applicati sigilli di sicurezza anti rimozione sugli oggetti esaminati, ad esempio su scatole di derivazione, supporti per cablaggi e controsoffitti. 

Viene inoltre svolta, da un nostro Security Manager certificato UNI 10459:2017, una valutazione dei rischi delle aree esaminate con contestuale individuazione delle criticità riscontrate, inserite nel rapporto finale.

Al termine dell'intervento di bonifica ambientale viene redatta una relazione dettagliata dei rilievi effettuati e dell'esito dell’accertamento, che potrà essere utilizzata per far valere o difendere un diritto in sede giudiziaria.

Se vuoi sapere tutto sulle bonifiche ambientali da miscropsie scorprilo nella sezione dedicata. 

Chiama il Numero Verde 800 750 751 per ricevere immediatamente un preventivo ed una consulenza riservata e gratuita, oppure, utilizza il modulo presente sulla pagina per inviarci una richiesta.  Puoi anche Attivare Online un'Indagine, scopri come.

Puoi anche attivare la tua Indagine Online in modo semplice, sicuro e da qualunque luogo. Scopri come sul sito dedicato.

La realtà pone domande.
Noi cerchiamo le risposte.

- Colloquio preliminare GRATUITO
- Massima RISERVATEZZA
- Risposta RAPIDA
confermo di aver preso visione dell'INFORMATIVA
tutti i campi sono obbligatori